10 Luglio 2020
News
percorso: Home > News > News

Pink Floyd, ´Their mortal remains´ tra rimborsi e futuro: lo stato delle cose

10-01-2015 14:59 - News
Non si è ancora risolto l´affaire "Their mortal remains", la mostra dedicata alla band di "The wall" che avrebbe dovuto aprirsi il 19 settembre scorso alla Fabbrica del Vapore a Milano, poi rimandata sine die nella prima metà dello scorso mese di agosto e infine annullata ufficialmente il 13 ottobre: Fran Tomasi, storico promoter della band britannica in Italia e co-fondatore della Evolve Devolve, società fattasi carico dell´allestimento dell´esposizione, in occasione della cancellazione ufficiale dell´iniziativa meneghina aveva dipinto uno scenario in piena evoluzione, rassicurando i possessori dei tagliandi non solo circa i rimborsi degli stessi ma anche relativamente alla prossima riapertura dei battenti.

Ad oggi, però, di novità circa una rinascita di quella che era stata annunciata come la mostra definitiva sui Pink Floyd non se ne sono registrate: alle cronache, per il momento, è stata consegnata solo la frustrazione di tanti fan, che - oltre a vedere sfumata l´opportunità di tuffarsi nel mondo del proprio gruppo preferito - ancora non si sono visti corrispondere il rimborso per il biglietto acquistato.

"Questo perché la gestione delle richieste di risarcimento è per sua natura molto complessa", ci ha spiegato Paolo Ambrosio, co-fondatore della Evolve Devolve: "Avevamo diversi tipi di biglietto, che includevano anche benefit ´fisici´ come memorabilia, gadget e t-shirt la cui restituzione avrebbe influito sull´importo da rimborsare: abbiamo scelto di occuparci direttamente della procedura - invece che affidarci a Vivaticket, società di ticketing partner per le prevendite - per essere il più precisi e scrupolosi possibile".

Eppure, ad oggi, ancora in molti lamentano di non aver ricevuto il rimborso dei biglietti, nonostante il termine ultimo per la presentazione delle domande sia scaduto dallo scorso 30 ottobre: "Abbiamo scelto di spostare il più in là possibile la scadenza per la presentazione delle domande per andare incontro ai fan", chiarisce Ambrosio, "Al momento, a fronte di 4/5mila biglietti emessi, abbiamo ricevuto circa tremila e cinquecento richieste di rimborso: le primissime - quelle presentate tra fine agosto e inizio settembre [quando la mostra era stata solo rinviata, e non ancora annullata] sono state gestite nei giorni immediatamente precedenti le festività natalizie. La gran parte restante, invece, verrà evasa prossimamente". Entro quando, di preciso? "Date certe non mi sento di darne: stiamo mettendo a punto la macchina per l´operazione, che nel giro di una settimana entrerà a regime. Verosimilmente, nel giro di qualche settimana, o di un paio di mesi al massimo, tutte le richieste inoltrate correttamente saranno gestite".
Tomasi, lo scorso 13 ottobre, parlò anche di rimborso delle spese di viaggio e di soggiorno per quanti avessero dovuto spostarsi - o dall´Italia o dall´estero - per raggiungere il capoluogo lombardo: "Queste sono situazioni particolari", ha premesso Ambrosio, che pure ha assicurato come un provvedimento del genere sia stato compreso nelle procedure di risarcimento, "La nostra policy prevede anche questo. Stiamo valutando caso per caso i casi certificati, e abbiamo già ricevuto diverse richieste in questo senso. La nostra priorità, al momento, è però un´altra, cioè quella di chiudere quanto prima il rimborso dei biglietti".

E la mostra? Sempre Tomasi, lo scorso autunno, aveva parlato di Berlino, ma soprattutto di Roma, che avrebbe potuto raccogliere il testimone mettendo a disposizione uno spazio più vasto - richiesto dalla stessa band per l´allestimento - che Milano non era stata più in grado di offrire. "Con i Pink Floyd stiamo rivalutando un possibile itinerario", ha dichiarato Ambrosio: "Uno dei progetti sarebbe quello di aprire i battenti, in Italia, in concomitanza con l´Expo, quindi tra maggio e ottobre". Milano, però, rimane non disponibile. "Il dialogo con le istituzioni capitoline, viste le recenti inchieste giudiziarie, si è fatto piuttosto difficile, quindi stiamo prendendo in considerazione - per quanto riguarda il nostro Paese - la candidatura di altre città come Bologna, Firenze e Torino. Anche se, allo studio, ci anche sono diverse soluzioni in Europa". Impossibile, però, anche solo ipotizzare tempistiche: "Scadenze non ne vorremmo dare, ma si potrebbe dire che i primi sviluppi potrebbero arrivare nel giro di sei mesi [il che, in caso di apertura italiana, vedrebbe accorciarsi di un mese la finestra temporale concomitante con l´Expo]: tutto, però, rimane ovviamente in subordine all´imprimatur dei Pink Floyd".

I Pink Floyd, appunto. Smorzatasi l´ipotesi che "The endless river" possa essere promosso dal vivo, resta aperta la questione David Gilmour: il chitarrista - ha ribadito la sua consorte (e co-autrice) Polly Samson via Twitter qualche giorno fa - pubblicherà il suo nuovo album solista nel corso dell´anno appena iniziato, e si imbarcherà in un tour per promuovere il lavoro. Possibile che questo impegno possa ulteriormente rallentare il processo decisionale per l´esame di un eventuale nuovo allestimento? "Mi sento di escluderlo", rassicura Ambrosi: "La mostra e le incombenze live di Gilmour da solista sono due entità completamente distinte: lui è un professionista di altissimo livello, non c´è pericolo che una sua eventuale tournée possa rappresentare una fonte di rallentamento dei lavori".

Questo, in sostanza, il quadro dipinto da Evolve Revolve nella prima parte di gennaio 2015: rimborsi dei biglietti entro un paio di mesi (con, in seconda istanza, presa in esame dei risarcimenti per le spese di trasferta direttamente connesse alla visita della mostra), e notizie sul nuovo allestimento di "Their mortal remains" auspicabilmente prima della fine della prossima estate. Sul Web, però, da tempo monta la protesta: i problemi che hanno allungato le tempistiche per i rimborsi e il passaggio di consegne da VivaTicket alla stessa Evolve Devolve (con la conseguente frammentazione della comunicazione con il pubblico) hanno indispettito più di un appartenente alla vasta - e transgenerazionale - comunità floydiana tricolore.

Fonte:Rockol.it


Sponsor

[]

Facebook


Realizzazione siti web www.sitoper.it
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Per qualsiasi richiesta di informazioni effettuata tramite questo sito si considerano valide le informazioni sotto riportate
Dati personali relativi agli utenti (art. 13 D.Lgs. 196/2003)
Gentile utente, nel ricordarle che siamo a Sua disposizione per ogni ulteriore delucidazione, in relazione ai dati personali a noi necessari per poter dare esito alle Sue richieste e nel rispetto di quanto previsto dal Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 (Codice in materia di protezione dei dati personali), in particolare dagli artt. 13 (Informativa) e 23 (Consenso), Le forniamo le seguenti informazioni:

Per poter entrare a far parte della comunità on-line di Radio Reporter e accedere ad alcuni servizi (richieste di informazioni, richieste di registrazione) è necessario effettuare la registrazione al sito (www.radioreporter.it). Durante la registrazione all´utente sono richiesti dati personali.

I dati vengono archiviati in una banca di dati e trattati secondo l´art. 7 - Codice in materia di protezione dei dati personali - Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196.

FINALITA´ DELLA RACCOLTA E TRATTAMENTO DEI DATI PERSONALI
I Suoi dati vengono raccolti per poterla contattare in caso di problemi, per poterle inviare informazioni generiche, comunicazioni di aggiornamenti etc.

DIRITTI DELL´INTERESSATO - UTENTE
In base a tale articolo l´utente ha il diritto di ottenere:
- l´aggiornamento, la rettifica e l´integrazione dei dati che lo riguardano;
- la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge,
- l´interessato ha il diritto di opporsi in tutto o in parte per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, sebbene pertinenti allo scopo della raccolta;
- ha il diritto di opporsi al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.
- la conferma o meno di dati che La riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile;
- l´indicazione dell´origine dei dati personali, delle finalità e modalità di trattamento, della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l´ausilio di strumenti elettronici, degli estremi identificativi del titolare e del responsabile e dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di responsabili o incaricati;
MODALITA´ DEL TRATTAMENTO
I dati personali oggetto di trattamento sono
- trattati in modo lecito e secondo correttezza
- raccolti e registrati per scopi determinati, espliciti e legittimi, ed utilizzati in altre operazioni del trattamento in termini compatibili con tali scopi;
- esatti e, se necessario, aggiornati;
- pertinenti, completi e non eccedenti rispetto alle finalità per le quali sono raccolti o successivamente trattati;
- È prevista l´adozione di ogni misura idonea a garantire la riservatezza e la sicurezza dei Suoi dati personali che, unitamente alla richiesta formulata, giungeranno sotto forma di mail ai nostri indirizzi (robertoc@mediahit.it). I suoi dati potranno essere mantenuti nei nostri archivi per comunicazioni future.
- conservati in una forma che consenta l´identificazione dell´interessato per un periodo di tempo non superiore a quello necessario agli scopi per i quali essi sono stati raccolti o successivamente trattati.
- I dati possono essere archiviati su server SitoPer.it oppure in copia di sicurezza archiviati dal proprietario del sito internet.
AMBITO DI COMUNICAZIONE E DIFFUSIONE DEI DATI
- I dati da Lei forniti saranno trattati esclusivamente da personale esplicitamente incaricato con strumenti automatizzati e potranno essere comunicati a terzi solo nel caso in cui ciò sia necessario per la fornitura del servizio e/o del prodotto richiesto.
- I dati possono essere accessibili da amministratori ed utenti gestori del sito internet

MISURE DI SICUREZZA
I dati personali oggetto di trattamento sono custoditi e controllati, anche in relazione alle conoscenze acquisite in base al progresso tecnico, alla natura dei dati e alle specifiche caratteristiche del trattamento, in modo da ridurre al minimo, mediante l´adozione di idonee e preventive misure di sicurezza, i rischi di distruzione o perdita, anche accidentale, dei dati stessi, di accesso non autorizzato o di trattamento non consentito o non conforme alle finalità della raccolta.

NATURA DEL CONFERIMENTO E CONSEGUENZE DI UN EVENTUALE RIFIUTO DI RISPONDERE
Il conferimento dei Suoi dati (limitatamente ai dati richiesti come obbligatori) è obbligatorio poiché, in mancanza, potrebbe risultare pregiudicata la possibilità di recapitaLe una risposta. Gli ulteriori dati (i dati opzionali) sono facoltativi ed il loro mancato conferimento non inficia la possibilità di ottenere risposta da parte nostra.

Per maggiori informazioni visita il sito del garante per la protezione dei dati personali:
Decreto legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Codice in materia di protezione dei dati personali
(http://www.garanteprivacy.it).

Titolare del trattamento di dati personali è Radio Reporter S.r.l., Via G. Da Verrazzano 16, 56038 Ponsacco (PI), Tel. 0587 2861 - e-mail: reporter@radioreporter.it
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio

close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account